060608


Negli horti Romani non c’era l’insalata

Data: 12/05/19

Orario

Domenica 12 maggio 2019 alle ore 11.00

Presso la biglietteria dei Musei Capitolini

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Piazza del Campidoglio, 1
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso disabili: Via del Tempio di Giove
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza
In Via del Tempio di Giove una rampa porta all'ingresso nel Portico del Vignola, che immette nel I piano del Palazzo dei Conservatori. Per utilizzare questo accesso è necessario telefonare allo 06 67102071.

Informazioni

Attività € 8,00 a ragazzo - € 2,00 ad adulto 
Massimo 25 partecipanti (per ragazzi dagli 8 agli 11 anni)
Ingresso al museo a pagamento secondo tariffazione vigente
Ingresso gratuito al museo per i possessori di MIC card 

Informazioni e prenotazione obbligatoria (entro le ore 13,00 del sabato) ai recapitI:
- email didattica@munus.com 
- tel. 333/9533862 –   337/373414
- Sito web: www.munus.com - www.coop-arx.it 
****************************
Organizzazione: ATI MUNUS - ARX

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: 0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Fax: 0039 06 6785488
Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi speciali

Descrizione

Laboratorio didattico per ragazzi dagli 8 agli 11 anni

Il livello di bellezza raggiunto dall’artigianato artistico romani, la ricchezza delle soluzioni decorative, la complessità dell’organizzazione dei traffici commerciali, il rapporto con la Natura ricreata nel contesto urbano sono l’argomento affrontato in questa visita-laboratorio,  che termina con una parte pratica di riproduzione di oggetti decorativi.

Descrizione
La prima parte dell’attività prevede una visita alle Sale espositive in cui si trovano i reperti provenienti dagli horti Romani (Lamiani, Mecenaziani e Tauriani Vettiani), che offrono una panoramica del livello di bellezza e raffinatezza raggiunto dalle ricche residenze che circondavano la città e che passarono ben presto a far parte delle proprietà imperiali.

Oltre alla storia delle diverse residenze sarà presentata l’ideologia sottostante alle scelte decorative e verranno illustrate le sculture e le decorazioni esposte, con riferimenti alla provenienza dei materiali pregiati rinvenuti (marmi, gemme), alla loro lavorazione e all’organizzazione necessaria per assicurarne la fornitura.

A seguire, negli spazi adibiti a laboratorio, i ragazzi riprodurranno, con polistirolo, carta, colla, elementi decorativi in plastica e vetro, alcune delle decorazioni ammirate nelle Sale espositive, in particolare le tarsie, portandole con sé al termine dell’attività.

©2007 - Roma Versione classica