060608


Giochi invernali di pace di Pyeongchang 2018

Data: da 01/02/18 a 15/02/18

Orario

dall'1 al 15 febbraio 2018
dal lunedì al venerdì ore 9.00-17.00

Inaugurazione il 1° Febbraio 2018 alle ore 19:00 presso le sale espositive dell’Istituto Culturale Coreano
Curatrice  Giuliana Paolucci

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Nomentana, 12
Zona: Quartiere Nomentano (Roma nord)
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06-441633
Fax: +39 06-441633222

Descrizione

All'inaugurazione dell'Istituto di Cultura coreano a Roma, il Direttore Soomyoung Lee aveva espresso il desiderio che gli artisti dell'Italia e della Corea,  proprio attraverso l'opera di questo istituto, potessero conoscersi ed entrare in armonia per diventare pionieri di una nuova cultura. In linea con  questa missione si colloca anche questa mostra tesa a superare le barriere dei confini nazionali attraverso  un dialogo artistico, attuato con  le istituzioni che principalmente nella nostra città si occupano di formazione artistica, quali il Liceo Artistico Statale via di Ripetta che, unitamente all'Accademia di Belle Arti, rappresenta storicamente nella Piazza Ferro di Cavallo il luogo istituzionale delle Belle Arti romane .
La mostra, a cura della prof.ssa Giuliana Paolucci, raccoglie infatti i lavori che gli studenti delle seconde classi del Liceo hanno realizzato nell'ambito del Concorso bandito dall' Istituto di Cultura coreano e dal Liceo Artistico, che chiedeva la presentazione di un elaborato pittorico sul tema: I giochi invernali di Pace di Pyeong Chang 2018.
Il tema, che si fonda sul valore delle Olimpiadi nella società contemporanea come un'occasione privilegiata per affermare il valore della coesistenza pacifica tra esseri umani  appartenenti a culture e popoli diversi , ha permesso agli studenti ed ai loro professori di svolgere una riflessione  critica su questi due temi così importanti per la comunità internazionale e di utilizzare  lo stesso  input come spunto di ricerca, all'interno della pratica didattica curricolare, rendendo il lavoro per questo concorso  parte integrante dei programmi didattici.
In esposizione i trenta lavori degli studenti ritenuti i più significativi per rappresentare attraverso  l'efficacia del mezzo espressivo pittorico la forza della manifestazione sportiva internazionale invernale che si svolgerà nella regione di Pyeong Chang  nella Corea del Sud . Tigri bianche, immagini simboliche, arcobaleni, atleti che sfrecciano su paesaggi innevati o su lastre di ghiaccio, ma anche fili spinati, territori  divisi,  confini, soldati ed armi. I cerchi delle granate diventano i cerchi dello stemma olimpico, un soldato spara su uno sciatore ma dal cielo piovono fiori o pop corn. Molte le tecniche utilizzate dagli studenti: acquerello, inchiostro, matita china  e olio per dare vita a immagini sintetiche, grafiche  ed a volte  davvero poetiche,  dove dominano i colori della bandiera coreana.   Il risultato è rappresentato dai lavori degli studenti, che hanno interpretato il tema richiesto dimostrando di sapersi mettere in gioco e di riuscire ancora una volta a sorprenderci.
Un viaggio da non perdere attraverso i territori mentali dei giovanissimi artisti che si sono cimentati in un quest'impresa dimostrando sensibilità e in alcuni casi una notevole potenza espressiva.

Data di ultima verifica: 26/01/18 10:45
©2007 - Roma Versione classica