060608


Sei racconti nei labirinti dell’arte e della filosofia

Data: da 26/06/18 a 24/07/18

Orario

26 giugno - 24 luglio 2018, ore 19:00; e a settembre

Martedi 26 giugno
Bruno Di Marino
Con la coda dell'occhio | Cinema e video d'artista in Italia negli anni 60' e 70'
 
Mercoledi 4 luglio
Francesco Cascino e Cesare Biasini Selvaggi
Il mercato dell’arte e la selezione della qualità – Ricerca artistica emergente in Italia
 
Martedi 10 luglio

Raffaella Perna 
Arte e fotografia in Italia negli anni Sessanta e Settanta
  
Martedi 17 luglio

Ilaria Bernardi
Lo sconfinamento dell’arte nel teatro a Roma tra il 1965 e il 1968
 
Martedi 24 luglio

Barbara Martusciello
il tema dell'Amore nell’arte contemporanea
 
Martedi, settembre (data da definire)
Guido Traversa e Giovanni Intra Sidola
Bello e Contemporaneo - Dialogo sull’esperienza estetica come chiave di lettura per l’Arte Contemporanea

Indirizzo

Indirizzo: Via di San Francesco di Sales, 1/c
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Ingresso libero fino ad esaurimento posti e a sostegno  l’attività della Casa Internazionale delle Donne di Roma

Modalità di partecipazione: Ingresso libero fino a esaurimento posti

Descrizione

A cura di Cecilia Luci
 
e la partecipazione di:  Ilaria Bernardi, Cesare Biasini Selvaggi, Francesco Cascino, Bruno Di Marino, Giovanni Intra Sidola, Barbara Martusciello, Raffaella Perna, Guido Traversa.

I sei percorsi nascono dalla volontà dell’artista Cecilia Luci di sostenere l’attività della Casa Internazionale delle Donne, situata a pochi passi dall’atelier dell’artista a Trastevere. Il tutto in un momento particolarmente delicato, che segue alla minaccia di sfratto da parte del Comune di Roma, bloccato per ora grazie anche a una mobilitazione che ha visto una larga partecipazione della cittadinanza e del mondo dell’arte e della cultura.

Gli incontri, che vertono su tematiche relative alle arti visive e alla filosofia, vedono coinvolti studiosi, esperti e docenti universitari che hanno aderito gratuitamente alla chiamata della Luci.
 
Ogni evento è aperto a libera sottoscrizione (l’intero incasso sarà devoluto alla Casa Internazionale delle Donne) e si svolgerà nel cortile dello studio dell’artista (tra le mostre: Made in water al Macro, Roma; Spazi di Percezione alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma; Gravità a Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto; in corso  Tra  Memoria ed ascolto all’interno di Articolo 3 al Museo Civico-Palazzo della Penna a Perugia).
 
L’evento inaugurale è condotto da Bruno Di Marino (docente di Mass Media presso l’Accademia di Belle Arti di Frosinone) che lo dedicherà agli artisti che si sono confrontati con le immagini in movimento (cinema, video, installazioni audiovisive) tra gli anni ’60 e ’70. Durante la conferenza saranno presentati estratti di alcuni film mentre altri verranno proiettati integralmente.
 
Seguirà l’incontro con Francesco Cascino (Art Consultant–Presidente di Arteprima) e Cesare Biasini Selvaggi (Direttore editoriale Exibart, storico dell’arte, curatore e saggista: in uscita, a sua cura, “222 artisti emergenti su cui investire/2018”) in dialogo. Prima parte: Il mercato dell’arte e la selezione della qualità. Francesco Cascino delinea le basi per comprendere quali sono i parametri di qualità con cui scegliere filoni culturali, artisti e singole opere. Seconda parte: Gli artisti emergenti in Italia. Cesare Biasini Selvaggi ci racconta cos’è un mercato emergente e come si distinguono i grandi talenti.
 
Sarà poi la volta di Raffaella Perna (Università di Macerata, curatrice della mostra L’altro sguardo in corso al Palazzo delle Esposizioni e di una retrospettiva su Ketty La Rocca al Padiglione di arte contemporanea di Ferrara), che si soffermerà su Arte e Fotografia in Italia a cavallo tra gli anni ‘60 e ‘70.
 
L’intervento di Ilaria Bernardi (storica dell’arte e curatrice; ha recentemente curato, con Daniela Lancioni, la retrospettiva su Cesare Tacchi a Palazzo delle Esposizioni di Roma) indagherà lo sconfinamento dell’arte nel teatro sviluppandosi in Italia e all’estero durante gli anni Sessanta, focalizzandosi su alcune rivelanti mostre, performances ed eventi tenutisi a Roma tra il 1965 e il 1968.
 
Il ciclo proseguirà con la conferenza-conversazione di Barbara Martuscello (cofondatrice del Magazine art a part of cult(ure),  curatrice, storica e critica d’arte, che da tempo porta avanti anche a Teatro conversazioni divulgative sulle Arti visive) che, avvalendosi di proiezioni, parlerà del tema dell’Amore nell’arte contemporanea con qualche incursione nell’arte più antica.
 
A settembre, Guido Traversa (professore associato di Filosofia Morale presso
l’Università Europea di Roma e presidente dell’Istituto di Filosofia e di Antropologia clinica
Esistenziale, Counseling, Ricerca e Formazione) e Giovanni Intra Sidola (assistente di Scienze della Rappresentazione III presso Sapienza Università di Roma, curatore e critico di Arte Contemporanea) si occuperanno di  Bello e contemporaneo - Dialogo sull’esperienza estetica come chiave di lettura per l’arte di oggi
 
 
Il ciclo di incontri, oltre che porre l’attenzione su quanto in oltre quattro decenni è stato fatto in campo culturale da parte della Casa Internazionale delle Donne, vuole essere punto di partenza per altre iniziative di questo tipo da realizzare in un quartiere, come quello di Trastevere, ancora molto vivo nell’ambito dell’arte contemporanea grazie alla presenza di artisti, galleristi, associazioni e operatori culturali.

Data di ultima verifica: 03/07/18 10:45
©2007 - Roma Versione classica