060608


Mausoleo di Augusto

Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Augusto Imperatore
Zona: Rione Campo Marzio (P.Spagna-P.Popolo-Pincio) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Orario

Dal 1° marzo al 31 dicembre 2021
dal martedì alla domenica ore 9.00 -16.00 (ultimo ingresso ore 15.00, ingresso contingentato ogni ora)
Durata della visita: 50 minuti circa
prenotazione obbligatoria

Informazioni

Dal 1° marzo al 21 aprile 2021: ingresso gratuito per tutti
Dal 22 aprile la visita sarà arricchita da contenuti multimediali con realtà virtuale e aumentata; l'ingresso sarà gratuito fino al 31 dicembre 2021 solo per i residenti a Roma

Accesso disabili
La visita del monumento prevede anche numerose rampe di scale. Le persone con mobilità ridotta potranno pertanto visitare l’area centrale del monumento. Dal 22 aprile sarà completata l’installazione di elevatori che consentiranno a tutti di accedere anche alle concamerazioni dei piani soprastanti. L’area sarà allestita con una pannellistica didattica e illustrativa, per un migliore orientamento del visitatore.

 
Prenotazioni per i gruppi e informazioni: tel. 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Descrizione

Il Mausoleo di Augusto, di proprietà dell’Amministrazione di Roma Capitale, è un
monumento complesso e stratificato nei secoli.
Costruito nel 28 a.C. subito dopo la vittoria di Azio su Marco Antonio e Cleopatra come imponente monumento funerario dinastico per Augusto e la sua famiglia, esso è il più
grande sepolcro circolare del mondo antico, dal diametro complessivo di quasi 90 metri, con un’altezza presunta di almeno 45 metri (dell’originario monumento romano si conserva approssimativamente un terzo). La gigantesca mole, che quasi uguagliava la vetta del
vicino Pincio, era strategicamente collocata in prossimità della riva del Tevere, in modo da
essere visibile da gran parte della città.
L’architettura del monumento è organizzata secondo una complessa disposizione
planimetrica; attraverso un lungo dromos aperto a sud si accede alla camera sepolcrale,
completamente ricostruita, ma ancora leggibile nella sua pianta circolare, articolata in tre
nicchie rettangolari, dove erano collocate le urne. Intorno a questa struttura centrale cilindrica si dispone una serie di corridoi anulari concentrici. I tre muri anulari più esterni, realizzati con un paramento in opera reticolata, risultano collegati tra loro da setti murari costruiti con la stessa tecnica edilizia e disposti radialmente a distanze uniformi. Questi setti delimitano due serie di dodici ambienti, in antico contigui e non accessibili, dalla pianta diversificata; gli ambienti più esterni si articolano in coppie di vani affrontati con pianta ad arco di cerchio e congiunti tra loro da setti murari, mentre le dodici camere più interne presentano una pianta approssimativamente trapezoidale. Il tamburo esterno conserva parte del rivestimento in blocchi di travertino.
Data di ultima verifica: 21/12/20 15:06
©2007 - Roma Versione classica