060608


Case Romane del Celio sotto SS. Giovanni e Paolo

Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Clivo di Scauro
Zona: Rione Celio (Terme di Caracalla) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: prenotazione obbligatoria 0039 06 70454544 (lun-ven 10.00-13.00)
Fax: 0039 06 77201975
Sito web: www.caseromane.it
Email: informazioni: info@caseromane.it

Orario

Aperto tutti i giorni ore 10.00-13.00 / 15.00- 18.00
Chiuso martedì e mercoledì

L'ingresso al monumento è consentito ogni trenta minuti.

Sabato e Domenica sono previste visite guidate con archeologo.

Non è necessaria la prenotazione per singoli visitatori e per piccoli gruppi (max 10 persone) che non richiedano il servizio di visita guidata.

La prenotazione è invece obbligatoria per:
- gruppi (min 15 e max 25 persone)
- servizio di visita guidata
- aperture serali
- aperture straordinarie in orari e giorni diversi da quelli indicati.

Informazioni

Intero: € 8,00
Ridotto: € 6,00

Gratis: bambino fino ai 12 anni accompagnato da un adulto

Visita guidata per gruppi in italiano: € 100,00
Visita guidata per gruppi in lingua straniera: € 110,00
Diritti di prenotazione: € 25,00
Ridotto: per età dai 12 ai 18 anni e oltre i 65 anni, per i dipendenti del Ministero dell'Interno, per i dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per gli studenti delle facoltà di architettura, archeologia, storia dell'arte, istituti per il restauro...

Visite guidate su richiesta anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo.

Si informa che all'interno del monumento non sono consentite riprese video e foto.

Prenotazione

» Obbligatoria per gruppi

Eventi di oggi

Eventi in programma

Descrizione

La chiesa di San Giovanni e Paolo sorge al Celio sopra i resti di una casa dove nel 362 avvenne il martirio dei due Santi. Verso la fine del III secolo l’intero isolato fu acquistato da un unico proprietario e fu ristrutturato al fine di ottenerne un grande palazzo signorile. All’inizio del IV secolo la casa diventò luogo di riunione della comunità cristiana della zona e verso la fine di quel secolo il complesso divenne un vero e proprio santuario dove si veneravano le tombe dei martiri. Alcune parti dell’edificio vennero adattate alle nuove esigenze del culto e venne ricavato un piccolo ambiente, munito di una finestrella (fenestella confessionis), da dove i fedeli potevano affacciarsi sulle sepolture dei martiri. Le pareti di questo ambiente furono decorate con un ciclo di pitture risalente alla seconda metà del IV secolo. Ne lV secolo, per la costruzione della chiesa, vennero demoliti i piani superioridella casa e fu interrato il piano terreno, consentendo così la conservazionedi tutti gli ambienti.

Il sito è certificato HERITY www.herity.it/33596-a.html

A cura di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Strutture culturali

Vedi anche

Cultura e svago › Luoghi di culto di interesse storico-artistico › Chiese cattoliche
Data di ultima verifica: 15/02/16 12:46
©2007 - Roma Versione classica